Scale 75 Scalecolor - Colors of Nature

Pubblichiamo oggi l'interessante recensione di xMANIGHTx sul set di verdi Colors of Nature di colori della ditta spagnola Scale 75.

Diamo direttamente a lui la parola.

Come promesso, data la scarsa quantità di informazioni ad oggi reperibile in rete su questi colori, mi accingo a condividere con voi le mie esperienze di questi giorni.


INTRODUZIONE


Intanto iniziamo col dire che a differenza di altri brand, la Scale 75 ha deciso (per ora almeno) di vendere i suoi colori solo in confezioni tematiche da 8 boccette ciascuna. Non è possibile quindi al momento acquistare colori singoli per prova o anche perché magari vi piace solo una tonalità.

Per i test di questi giorni ho utilizzato solo la gamma di verdi sul mantello di Ainariel "Arrow of Light" della Andrea Miniatures: Ainariel.


UNBOXING

La prima cosa in assoluto da fare è assicurarsi di bucare (con uno stecchino o la punta di una forbice) la punta delle boccette di colore. Infatti sono chiuse anche se potrebbe non sembrare evidente dato il materiale semitrasparente del contenitore. Questo vi eviterà di farvi un bagno di colore solo per aver spremuto la boccetta pensando che il colore fosse troppo denso.


La mia esperienza con altri brand purtroppo è limitata alla Citadel (per lo più la prima serie di colori quelli con tappo bianco e che se non ho capito male sono quelli ancora prodotti dalla Cote d'Armshttp://www.coatdarms.com/online_shop/index.php?cPath=21), qualche Formula P3 della Privateer Press (visionabili su http://privateerpress.com/formula-p3), qualche sporadico Vallejo Model (di cui il nero Flat Black 950 che speravo fosse opaco invece è lucido) e i bianchi di praticamente tutte le marche esistenti.
Faccio questa doverosa premessa perché credo che per loro natura questi colori dovrebbero essere paragonati più che altro ai Vallejo Model o agli Andrea Colors, data la loro finitura estremamente opaca.


A parte le due pecche fin'ora elencate (la disponibilità solo in set da 8 e le boccette a trappola) il packaging è davvero ottimo e invoglia sicuramente all'acquisto. All'interno della confezione c'è anche un "foglietto" illustrato che vi da i primi input su come miscelare la gamma per ottenere base, luci e ombre per realizzare effetti diversi. Nel caso del set verde ad esempio vi consigliano alcune mescole per la vegetazione oppure per la realizzazione di un mantello.

LA PROVA

Se è vero che un immagine vale più di mille parole, direi che il modo migliore per iniziare sia proprio mostrare il risultato di questi giorni.
Cliccando sulle immagini potete vedere la versione a massima risoluzione, in cui la riproduzione più piccola affiancata rappresenta le dimensioni reali del mantello su uno schermo 25 pollici a 1920x1080.

Le ombre che vedete sono reali e non effetto delle luci e i colori sono abbastanza realistici, ma veniamo al dunque.
I colori hanno dei pigmenti molto saturi e sicuramente molto fini. Dico questo perché pur diluendoli fino all'inverosimile per lavorare con le velature non lasciano "strascichi" di pigmento.
Sono anche molto coprenti. La finitura è estremamente opaca e per la mia esperienza, seconda solo a quella degli APA Colors della Ferrario (http://www.ferrariospa.com/apaColor.php). Gli APA Colors però secondo me non hanno la brillantezza degli Scalecolor e forse anche il pigmento è leggermente più "grosso".
La consistenza è cremosa, però non è necessario "annaffiarli" per renderli della consistenza giusta, è sufficiente una minima quantità d'acqua.


Una delle prime cose che ho notato è che mescolando una tinta più chiara ad una più scura si ottiene esattamente il risultato immaginato. E' cioè facile predire l'effetto della mescola, complice forse il fatto che sono colori molto coprenti. Questo non avviene ad esempio con altri colori con i quali è necessaria una quantità superiore a quella che si immaginerebbe per schiarire una tinta scura (attenzione parliamo sempre di mescola sulla tavolozza).

Un altro effetto piacevole che ho notato è che il colore sul pezzo (sia in lavorazione che una volta asciutto) è esattamente uguale a quello che avrete sulla tavolozza, indipendentemente da quanto sia stato diluito.


Riguardo alla tavolozza il consiglio è di utilizzare una wet palette perché questi colori tendono ad asciugarsi abbastanza in fretta. Sempre per questo motivo vi conviene avere a portata di mano uno stecchino quando riprendete la pittura (magari il giorno dopo) perché la boccetta tende ad occludersi.


Per il colore di fondo non ci sono stati problemi come potete immaginare e seguendo le istruzioni incluse nella confezione ho dato una mescola di "Boreal Tree Green" e "Spring Green".

Per quanto riguarda luci e ombre, soprattutto su superfici così ampie, ormai da anni sono devoto alla tecnica delle velature che uso praticamente su tutto tranne ovviamente i freehand, outlining e dettagli vari. 


Il pennello che ho utilizzato è un Winsor & Newton Serie 7 a punta lunga (misura 2). In realtà dopo aver acquistato i Raphael 8404 credevo di aver trovato i pennelli della mia vita (avevo già provato il Winsor Serie 7) però alla lunga, non so perché, mi sono ricreduto.
I Raphael sono molto più precisi, leggermente più rigidi però trattengono meno colore, per una tecnica esasperata di velature sicuramente il morbido Winsor è più adatto e la differenza si vede.


Tornando agli Scalecolor, uno dei primi problemi è stata l'acqua. Fino ad ora non mi ero mai trovato nella situazione di non poter utilizzare l'acqua del rubinetto per diluire i colori (nonostante l'alto contenuto di calcare della nostra acqua comunale). In questo caso però sono stato costretto ad usare acqua demineralizzata perché altrimenti, una volta asciutta la pittura, soprattutto sulle ombre si vedevano tracce di calcare.
Il motivo è abbastanza semplice ed è un po' la nota dolente per quanto mi riguarda di questa gamma di colori. Il fatto di essere così coprenti ed opachi li rende poco adatti alla tecnica delle velature. In pratica si è costretti a diluire il colore molto più del normale e di conseguenza sono poi anche richiesti molti più passaggi per effettuare transizioni morbide durante le velature (da qui la necessità di utilizzare l'acqua demineralizzata). La finitura opaca inoltre rende molto più visibile ogni minima transizione di colore. Questo se da una parte è un bene perché permette una resa finale estremamente dettagliata, dall’altra vi obbliga a transizioni praticamente perfette, alle quali purtroppo questi colori non si prestano se non con grande sforzo. Altra necessità quindi è quella di procedere anche alle velature, con molte più gradazioni di colore, cosa che con altri colori non sarebbe necessaria. Infatti l’effetto satinato normalmente associato a colori con una finitura non così tanto opaca, in qualche modo “camuffa” e ammorbidisce le varie transizioni di colore.


Per fare un esempio, utilizzando un nero della Citadel ma anche il Vallejo, con molta acqua e magari anche una punta di black wash della Citadel o inchiostro nero in generale, sarebbe possibile sfumare un qualunque colore di base fino al nero con un solo passaggio di gradazione (appunto base > nero) e la sfumatura verrebbe perfetta, anche se l’effetto finale risulterebbe sicuramente lucido. Con questi colori non è possibile fare ciò, ma occorrerebbero almeno 3-4 verdi intermedi prima di arrivare al nero. In realtà questa è buona pratica anche con gli altri colori, seppure non sarebbe necessaria lavorando con velature all’estremo, e permette di avere delle transizioni veramente morbide e impercettibili.


Più di una volta ho dovuto raccordare alcuni passaggi riprendendo il colore base. In questo caso la cosa positiva è che, data la finitura molto opaca, questo passaggio non ha ottenuto l’indesiderabile effetto di rendere il tutto sempre più lucido (o comunque satinato) ma solo l’effetto voluto di ammorbidire le transizioni e questo è sicuramente un buon punto a favore.


Stessa cosa per le lumeggiature, sempre date con la tecnica delle velature, anche se in questo caso devo dire di essere rimasto piacevolmente sorpreso, forse proprio per la bontà del pigmento che non lasciava tracce visibile lungo il “percorso” delle ripetute pennellate necessarie alla velatura. Potrei quasi dire che lumeggiare con questi colori è forse più facile che con altri, mentre sicuramente non lo è scurire 


In ogni caso è bene valutare queste esperienze tenendo sempre presente che di base c’è una tecnica ben specifica (quella delle velature) e magari utilizzati in altro modo (con wet blending o layering) potrebbero rivelarsi molto meno problematici. Inoltre parliamo anche di un contesto ben specifico, che è quello delle transizioni e sfumature, mentre magari in altri contesti (fondo, outlining, freehands, dettagli vari, etc.) potrebbero addirittura risultare più efficienti di altri colori.
Ho provato anche aggiungendo un po’ di glazing medium (della Liquitex) ma le cose non sono cambiate di molto, se non per il fatto che si è aggiunto un leggerissimo effetto satinato.

CONCLUSIONI

Non è facile dare un giudizio finale su questi colori, con i quali ho sviluppato veramente una sorta di amore e odio. I pigmenti sono bellissimi, carichi e invogliano veramente all’utilizzo. La finitura estremamente opaca permette di ottenere, se avete la pazienza di rendere i passaggi impercettibili, un effetto finale molto diverso da quello ottenuto con i Citadel e che permette di apprezzare appieno ogni sfumatura.


Per dipingere uso una luce Viva-Lite Fullspectrum da 32Watt (http://www.viva-lite.com.au/full-spectr ... b-e27.html) che viene reclamizzata con un CRI 98, in ogni caso vi assicuro che mette a nudo ogni minima variazione dei passaggi cromatici durante la pittura. Questo in genere significa che se sono abbastanza soddisfatto di una sessione, quando spengo la luce e guardo il pezzo alla luce artificiale “normale” o anche alla luce naturale il risultato è pressoché perfetto. Con gli Scalecolor questa sensazione è ancora più amplificata, complice probabilmente la finitura opaca come già spiegato, anche se in realtà, alla luce naturale, l’impatto è un po’ più “sporco” rispetto ad altri colori, soprattutto per quanto riguarda i passaggi verso le ombre.
Non so bene come spiegare questa cosa… se guardate il pezzo alla luce artificiale l’impatto è splendido, morbido, preciso, saturo e pulito, diverso e direi migliore che con gli altri colori. Alla luce naturale del giorno invece la resa perde un po’… non saprei bene come spiegare meglio questa sensazione, ma questo è. Considerando però che i pezzi in genere sono esposti in ambienti chiusi con luci "normali" o comunque non sparatissime direi che è più il bonus che la perdita.

In conclusione sono colori che meritano sicuramente test più approfonditi (cosa che mi riprometto di fare, volendo utilizzare questo pezzo della Andrea proprio a questo scopo), che sicuramente danno il meglio in contesti specifici e/o in combinazione con altri brand.


   
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Sunday, 13 April 2014 22:41
Vi aggiorno. Ho appena iniziato ad usare il Flesh set, in pratica la gamma di rosa per gli incarnati e sono molto diversi dai verdi... sempre opachi ma totalmente trasparenti.
Nonostante abbia cercato di diluirli il minimo possibile per stenderli e dare una base compatta, non ci sono riuscito. Non sono riuscito a dare una base di incarnato omogenea è stata una tortura. L'opacità è la stessa ma il fattore comprente in questo caso è zero. Ho utilizzato 3 rosa diversi mescolati tra loro.
Domani per sicurezza faccio un ultima prova (prima di rovinare il pezzo irrimediabilmente) scuotendo ancora più a lungo le boccette per essere sicuro che non si tratti di separazione del pigmento (cosa che ho già fatto anche stasera comunque).
Mi sta anche venendo il dubbio che la divisione dei set non sia solo dovuta alla gamma dei colori ma che abbiano caratterizzato ogni set per uno scopo specifico ottimizzandone appunto magari anche altri fattori come ad esempio il grado di trasparenza. Non vorrei però sfociare nel cospirazionismo... di sicuro se sono così per quanto mi riguarda sono inusabili per fare una bella base, magari invece poi vanno bene per le velature... anche se sulla pelle un leggero effetto satinato è anche piacevole.
Comunque vediamo domani per ora sono abbastanza deluso dalla prova con il set rosa.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- galkir
Monday, 14 April 2014 07:43
Il set degli incarnati ce l'ho a casa e non l'ho aperto ancora, mi fai venire la curiosità di provarlo... rolleyes.gif
Nei prossimi giorni magari vedo se riesco a darti un feedback, magari dopo Pasqua...
Re: Scale 75 - Scalecolor -- akh-ra
Monday, 14 April 2014 07:47
Grandissimo! occhioni.gif Una recensione ottima e veramente dettagliata!
Grazie per il contributo!
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Monday, 14 April 2014 10:25
Grazie Akh-Ra è stato un piacere.
Galkir si mi farebbe piacere... stasera lascio le boccette a sbattere per 5 minuti scanso equivoci ma secondo me sono fatti proprio così.... in questo caso provo con una base di un'altra marca e provo eventualmente a lavorarci poi sopra con gli scalecolor per lumeggiature e ombre e vediamo come viene. L'idea era di fare il pezzo esclusivamente con questi colori per provarli, ma certo sta risultando molto più faticoso del previsto... sempre più mi convinco che siano ottimi colori ma che vanno utilizzati in combinazione con altri per avere il meglio.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- thorek
Tuesday, 22 April 2014 15:34
Io li ho provati tutti chi più chi meno . E' chiaro perché li vendo .

Come ogni gamma di colori da quelli per modellismo a quelli per belle arti . Ogni colore dei set ha un suo grado di copertura ci sono i coprenti ,i semi coprenti . E come ogni gamma non è detto che il colore più scuro sia quello che copre meglio anzi spesso non è cosi .

In più gli Scale hanno un medium abbastanza particolare che inizialmente può creare difficoltà nell'utilizzo se si viene dalle altre gamme di colori.
Sono anche molto difficili da mischiare ci vuole un bel per questo ho ordinato 4000 sfere di acciaio inox da mettere nelle boccette ora va decisamente meglio ma rimangono comunque faticosi da mischiare.

Il set carne non mi piace molto primo perchè un incarnato eccessivamente opaco non è mai bene su un figurino secondo a mio modo di vedere mancano almeno 2 tonalità che devi prendere dal set dei marroni . La prova che ho fatto se non ricordo male son partito da un intermedio che aveva una discreta copertura e poi come al solito sono andato a ombreggiare e lumeggiare .
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Tuesday, 22 April 2014 15:50
Ora pubblico qualche foto delle prove che ho fatto con il "flash set".
Diciamo che se da una parte è vero che un incarnato troppo opaco non rende, diciamo che questi colori si prestano (parlo dei rosa) ad esempio a velature continue per correggere o per dare tonalità di colore sfumato senza però rendere il pezzo troppo lucido.
Per dargli un po' di vita ho aggiunto un po di glazing medium della Vallejo e sono veramente contento del risultato. Se avessi usato ad esempio i GW sarebbe venuto tutto mooooolto più lucido (per altre brand purtroppo non posso dire).
Intendo ad esempio che nei casi in cui magari ti trovi a dover ridare delle velature con il colore di base per ammorbidire o riprendere alcune transizioni, con questi colori puoi farlo senza paura di far diventare il pezzo troppo satinato (o addirittura lucido), mentre ad esmpio con i Citadel se inizi ad esagerare con le velature, soprattutto quelle correttive, l'effetto satinato aumenta in proporzione. In questo ho trovato una nota positiva in effetti, cioè partendo da una base (merito sicuramente del legante) molto opaca non si ottiene quell'effetto dovuto alle sovrapposizioni e per avere un po' di satinato basta aggiungere un glaze medium o gloss extender insomma dipende da quanto lucido vuoi ottenere. Da questo punto di vista li ho trovati più "versatili" per il mio modo di pitturare. Coprenza purtroppo zero... se anche dovessi riusarli su un altro pezzo darei la base con qualche altro colore.
Anche io ho sentito la mancanza del marrone in un paio di situazioni però ho risolto mischiando il carne base con l'indrian shadow e l'african shadow mi pare (una puntina).
Invece ho usato delle velature impercettibili di rosso per il ginocchio e per la bocca e li chiaramente ho usato il Vallejo non avendo il rosso della Scale.
Poi magari proverò anche con i rosa della Vallejo che finalmente ho comprato.
Oggi o domani posto le foto.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Sunday, 27 April 2014 19:39
Come promesso ecco le prove con il flesh set della Scale 75.
Unica eccezione il flat red Vallejo mischiato alla "base flesh" degli Scalecolor per dare una leggerissima velatura rosata sul ginocchio... per il resto sono tutti Scale.
Come sempre ombre e luci sono dipinti e non artefatti delle luci e anche i colori sono abbastanza realistici (leggermente tendenti al giallo rispetto all'originale).
Ho messo le versioni a grandezza naturale (su uno schermo 25 pollici a 1920x1080) e poi vari ultrazoom. Considerate che l'effetto "granuloso" che appare nella foto del viso ultra zoomato, non è minimamente visibile dal vivo, neanche sotto luce impossibile e praticamente neanche con gli occhiale 3x), questo per dire che la resa finale non è assolutamente "gessosa" ma molto morbida, leggermente satinata (merito anche del glazing medium che ho usato qua e la) ma non abbastanza da far proprio riflettere la luce.

(cliccate per ingrandire)

elfa1s.jpg
elfa2s.jpg

Non volevo fare un wip ma in pratica... già che ci sono approfitto anche per chiedervi che ve ne pare visto che è il mio primo incarnato e generalmente tendo a esasperare un po' i contrasti, in questo caso ho cercato veramente di trattenermi (io sfumerei tutto al nero e lumeggerei tutto al bianco) non vorrei essermi trattenuto un po' troppo icon_biggrin.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- akh-ra
Wednesday, 30 April 2014 21:55
L'incarnato di questo modello non mi sembra male. Darai un pelino in più di luci sul setto nasale per renderlo chiaro come le zone sotto gli occhi ed aggiungerei delle ombre in tutti i recessi per conferire maggiore tridimensionalità al volto. Non male affatto però, anche con il mega zoom rende.

Parlando di altro, come avevo accennato a qualcuno, ho acquistato il set metallico Metal n' Alkemy Steel Series, la serie curata personalmente dal pittore spagnolo Banshee. Li ho provati prima di cena e devo dire che, per quel che mi riguarda, sono il set definitivo per i metalli tipo acciaio.

[align=center]SSE-009_PG-400x520.jpg[/align]

Il set è composto da 8 colori di cui 4 metallici "comuni", 3 colorati ed uno "speciale". Parto subito da quello speciale ovvero il White Alkemy che è uno stupendo bianco metallico! Finalmente hanno fatto un bianco! Avevo sempre il problema di schiarire le luci massime ed aggiungevo al mithirl silver colori opachi con risultati che non mi hanno mai soddisfatto. La Scale 75 invece se ne esce con un bianco che sembra quasi madreperla stupendo. Finalmente si possono fare delle luci massime comparabili al NMM.
I 4 colori standard hanno il simpatico nome di altrettanti generi metal, rispettivamente dallo scuro al chiaro Black Metal, Trash Metal, Heavy Metal e Speed Metal. Il Trash è un colore leggermente ottonato molto carino, gli altri 3 corrispondono grossomodo ai vecchi Boltgun, Chainmail e Mithril anche se lo Speed è più chiaro del Mithril e non ha la resa cromata dell'equivalente Vallejo. Gli ultimi colori, che ancora non ho provato sono il cobalto (essenziale per dipingere i piedi dei vitelli) lo smeraldo e l'ametista. Colori molto utili per creare tonalità metalliche fantasy.

Ho usato i 5 colori più comuni per dipingere una spada di un modello Forgeworld, domani la finisco e vi posto una foto. Rispetto ai colori utilizzati in passato (Citadel e Vallejo) ho notato che il pigmento è molto più omogeneo e non tende a formare grumi come accade a volte con i Vallejo e si diluisce in maniera piò omogenea in acqua... per capirci non fà l'effetto particella di sodio con colore iper diluito. La consistenza è ricca, quasi oliosa, che permette di creare agevolmente almeno nel mio caso delle sfumature graduali. Quando sfumavo con gli altri colori di solito se osservavo il pezzo sotto luci diverse notavo degli orrendi stacchi cromatici che non vedevo alla luce diretta della lampada ed ero costretto a ritoccare. Questa cosa non mi è successa con il set provato. Son riuscito a sfumare quasi come lavorassi con opachi acrilici normali.

Concludendo, il set è quasi perfetto. Non prende la lode perchè avrei preferito un Black Metal ancora più scuro, quasi nero, opposto al White Alkemy, in modo da riuscire a dipingere del tutto una zona metallica con questa confezione. Ultima stupidaggine, giusto per fare il pignolo, il cartone della scatola avrebbero potuto farlo più spesso in modo da preservare la bella scatolina. Non sò quanto durerà a forza di aprirla e chiuderla.

Ad ogni modo un set da avere per gli amanti del metallo. Penso mi prenderò anche quello oro.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Wednesday, 30 April 2014 23:15
Ottimo!!! bene bene ... ne stanno uscendo comunque vittoriosi questi nuovi colori.
Grazie anche per i suggerimenti... avevo già ritoccato un po gli occhi e contorno marcando un po' più il tutto e aggiungendo trucco perché in realtà nonostante nelle foto che ho postato si veda tutto bene, è talmente piccolo il volto che a occhio nudo non si vedono tutti quei dettagli quindi meglio rinunciare a un po' di dettagli e marcare un po' di più il tutto... paradossale ma è così. Ora infatti rende molto di più domani schiarisco il naso come mi hai suggerito poi vedo.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- akh-ra
Friday, 02 May 2014 10:44
Un paio di foto del lavoro con i colori metallici. Ho dipinto la lama della spada. La resina purtroppo era terribile, piena di bozzi buchi ed imperfezioni che risaltano tutte con la vernice metallica. Ora capisco perchè si vede così tanto NMM su questi modelli icon_biggrin.gif

metalSword01.jpg
metalSword02.jpg

Essendo tutto metallo la cosa bella è che i riflessi ovviamente cambiano tenendo in mano il modello, ma si possono comunque forzare a piacimento luci ed ombre.
Re: Scale 75 - Scalecolor -- akh-ra
Tuesday, 06 May 2014 18:03
Gli esperimenti con i metallici Scalecolor vanno avanti.
Ho iniziato a dipingere senza troppe pretese un modellino Infinity ed ho voluto provare un blu metallico. Ho usato il blu metallico di base, Cobalt + il metallico scuro black metal aggiungendo una punta di blu di prussia vallejo. La meraviglia è che il colore metallico non è diventato esageratamente opaco. Un pò di luci con il white e quindi una velatura di blu ad olio seguita da una leggera di nero.
In maniera simile ho dipinto gli spallacci ma usando tonalità di verde. Ho dovuto schiarirli usando però un pò di oro per dare l'aspetto più acido. Anche qui poi ho dato una velatura di verde ad olio.
Devo ancora mettere le luci massime sugli spigoli ma ad ogni modo vorrei condividere il risultato con un breve video che mostra il tutto. Ecco a voi:

[BBvideo 700,400]https://www.youtube.com/watch?v=qnSxEXJ_NQI[/BBvideo]

Ripeto, questi colori sono notevoli!
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Tuesday, 06 May 2014 19:46
Si complimenti! L'effetto finale è veramente ottimo da quello che si vede... bene bene
Re: Scale 75 - Scalecolor -- and
Wednesday, 07 May 2014 07:39
molto bello l'effetto ok21te.gif
se trovo un po' di tempo nel weekend faccio un test anche con il set Oro, così aggiungo le mie impressioni a questo bel topic happy.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- ygritte
Wednesday, 07 May 2014 08:39
splendido! clapping.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- xmanightx
Thursday, 08 May 2014 19:03
Re: Scale 75 - Scalecolor -- akh-ra
Thursday, 08 May 2014 19:08
Ohhhh ficata!!! sbav.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- and
Friday, 09 May 2014 08:36
è la fine... mettete in salvo i portafogli... scared2.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- malagen
Friday, 09 May 2014 09:30
Ora non ho piu scuse per non comprarli scared2.gif
Re: Scale 75 - Scalecolor -- alessio
Thursday, 22 May 2014 10:27
Preso oro, argento, e inks, che dire questi colori sono ottimi, ma i metalli sono insuperabili, non hanno attualmente eguali, coprono e si stendono che è una meraviglia, tonalità brillanti davvero una gamma di metallizzati degna di nota ho provato il set oro, e sono soddisfattissimo, torhek sa quanto io spenda per provare un po di tutto di tutte le case, posso dire che i set metalli della scale, sono stati i migliori soldi spesi della mia carriera hobbystica .
Re: Scale 75 - Scalecolor -- thorek
Saturday, 24 May 2014 14:05
Alessio tu che spendi ? ma no chi ci crede icon_biggrin.gif

Speriamo che la Scale75 si sbrighi a mandare questo espositore con tutti i colori sfusi per il negozio .
Re: Scale 75 - Scalecolor -- malagen
Sunday, 25 May 2014 17:18
Ho provato oggi il set metallo non metallo (steel) e devo dire che mi sono piaciuti un sacco.

All'inizio ho faticato un bel po' a capire la diluizione in quanto scrivono tantissimo e mi sono sembrati pastosi, ma alla fine sono soddisfattissimo dell'acquisto. Penso proprio che piano piano ne comprerò altri icon_smile.gif

Copyright