Piotr Goodenough (Smart Max)

Questo di Piotr Goodenough è il primo figurino della Smart Max che mi sia capitato di comprare.

I personaggi di questa serie mi hanno sempre affascinato per la loro originalità, ma non avevo mai azzardato l'acquisto "a scatola chiusa", non avendo mai avuto riscontri dal vivo sulla qualità dei pezzi.

 

Nell'ultima edizione di Lucca Comics & Games, fortunatamente, gli standisti della Goblin mi hanno permesso di aprire qualche scatola prima di decidere, e alla fine la mia scelta è caduta su questo:

Piotr Goodenough

scala: 1/35

scultore: Gregory Clavilier

materiale: resina

 

Il figurino è contenuto in una scatola di cartone, elegante, ma completamente chiusa e priva di immagini della figura intera. L'unica immagine presente sulla scatola è quella che vedete nella foto sottostante.

Questo ovviamente è un problema per chi non ha presente il catalogo della ditta.

 

Aprendo la scatola si scopre il contenuto:

il figurino contenuto in una bustina di plastica, evidentemente per proteggere meglio i particolari più delicati, e la base tonda.

 

Nel dettaglio si nota che la figura è composta in tutto da sei parti, di cui alcune stampate insieme e unite dall'estrattore che ovviamente ci obbligherà ad un lavoro di pulizia sulla parte attaccata all'estrattore stesso.

Al di là di questo però non si notano segni evidenti di stampo (linee di fusione o canali di sfogo per l'aria); intendiamoci: le linee di fusione ci sono, ma sono così minute che non sono neppure riuscito a fotografarle.

I dettagli sono molto ben stampati, senza alcun difetto nonostante alcuni siano davvero piccoli.

Se piace il genere gotico-vittoriano questo figurino ne è un ottimo esempio e sicuramente offre diverse opzioni di colorazione e ambientazione, volendo lavorarci un po'.

E' un peccato che la ditta non curi di più la presentazione: sicuramente una boxart sulla scatola spingerebbe maggiormente all'acquisto, o quantomeno alla curiosità.

 

   

Copyright