Autore Messaggio



Non connesso
Primer

Iscritto il: ven 07 ott, 2011 10:03 am
Messaggi: 35
Località: Roma
Nome: Simone C

Messaggio mer 12 mar, 2014 9:26 am     


Ciao a tutti! Recentemente il mio interesse per l'aerografo sta crescendo sempre piu' vedendo i meravigliosi risultati che si ottengono non solo sui pezzi classici grandi, ma anche sulle miniature 28mm. Mi piacerebbe sapere da chi ha vissuto il passaggio dalla pittura ad acrilico all'aerografo le sensazioni e un feedback in generale di questo modo di colorare le miniature, una sorta di pro e contro dei due modi.

Grazie in anticipo


Top
 Profilo  
 



Non connesso
000 Admin
000 Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 20 giu, 2007 2:58 pm
Messaggi: 6446
Località: Roma
Nome: Andrea

Messaggio mer 12 mar, 2014 10:46 am     


sui 28 mm l'aerografo può essere utile per dare il colore di fondo, le prime luci e le prime ombre, ma per le rifiniture non si può prescindere dal pennello

i vantaggi si avvertono sopratutto nel caso di pittura in serie: se devo fare 10 SPace Marines posso dare il colore base a tutti con una sola passata di aerografo e poi, cambiando colore, le prime luci a tutti, le prime ombre a tutti e così via...

per una singola miniatura francamente non vale la pena mettersi a pulire l'aerografo ad ogni singolo passaggio, si perderebbe troppo tempo e troppo materiale... a quel punto meglio usare solo il pennello


Top
 Profilo  
 



Non connesso
Primer

Iscritto il: ven 07 ott, 2011 10:03 am
Messaggi: 35
Località: Roma
Nome: Simone C

Messaggio mer 12 mar, 2014 11:20 am     


Ma come risultato finale? Indipendentemente dal tempo o dalle scocciature di pulizia etc, usare l'aerografo produce risultati migliori?


Top
 Profilo  
 



Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: gio 22 ott, 2009 4:07 pm
Messaggi: 4862
Località: Venezia
Nome: Francesca

Messaggio mer 12 mar, 2014 12:08 pm     


I risultati dipendono da chi maneggia gli strumenti, non dagli strumenti in sé. :mrgreen: So che non è una risposa che soddisfa ma personalmente ho visto cose molto belle e cose molto brutte fatte sia con una che con l'altra tecnica.

Inoltre i "risultati migliori" sono relativi a quello che uno vuole ottenere, in quanto tempo, quante miniature deve fare, che tipo di miniature, in che scala sono ecc. Ad es. cambia molto se devi fare degli space marine o una donnina vestita di pizzi... insomma dipende da te, da quale vuoi sia il tuo risultato e anche da quale strumento riesci ad usare meglio.

Per lo meno questa è la mia opinione :happy:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 



Non connesso
000 Admin
000 Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer 20 giu, 2007 2:29 pm
Messaggi: 7109
Località: Roma - Italy
Nome: Alessandro

Messaggio mer 12 mar, 2014 2:44 pm     


L'aerografo sta prendendo sempre più piede nel nostro mondo anche grazie al gran risparmio di tempo rispetto ad altre tecniche.
Per i risultati, come tutto, dipende da chi lo usa. Ho visto miniature capolavoro come anche delle cose orribili fatte ad aerografo.
I pittori spagnoli lo usano molto, guarda qui ad esempio Arsies per un modello da gioco: http://www.triplozero.com/site/tutorials/passo-a-passo/144-ultramarine-sternguard-pittura-passo-passo

L'aerografo è comunque una base, poi bisogna sempre andare a pennello a ritoccare e definire.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 



Non connesso
Sfumatore
Avatar utente

Iscritto il: mer 27 giu, 2007 8:32 pm
Messaggi: 1566
Località: Roma
Nome: Alessio

Messaggio mer 12 mar, 2014 3:46 pm     


Beh a parte space marine e poca altra roba per i 28 mm continua a convenire il pennello

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  

Sei qui: Home Forum I nostri lavori Help on line

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

 
Vai a:  
cron

Copyright